Tutto quello che si pensava sul sesso

sesso-orgasmo-957508

Fonte: https://www.donnaglamour.it/ (30 giugno 2018)

Nel corso dei secoli, sono state diffuse tantissime credenze assurde sul sesso, in particolare riguardo ai metodi contraccettivi e alla posizioni. Il sito Freeda ha raccolto tutte le dicerie popolari, le leggende e i consigli più assurdi in ambito di sessualità, vediamo quali sono!

Le credenze sul sesso più strane della storia 

– La lattuga cibo afrodisiaco… oppure no? Secondo alcuni studi del ricercatore dell’Università del Cairo Salima Ikram, la lattuga nell’antico Egitto era considerata un cibo afrodisiaco, consumato nelle orge in onore del dio Min. Invece, secondo Vicki Leon, autrice del libro “The Joy of Sexus: Lust, Love & Longing in the Ancient World”, gli antichi Greci usavano la lattuga per calmare i bollenti spiriti. 

– Durante il Medioevo, il prete Johannes Teutonicus scrisse un libro intero sulle posizioni sessuali, elencando quelle lecite e illecite. Per lui, l’unica naturale, e quindi approvata dalla Chiesa, era quella del missionario.

– Nell’età vittoriana, si consigliava di mangiare cibi insipidi per ammazzare il desiderio sessuale. Da questa credenza sono nati i celebri corn flakes, inventati da John Harvey Kellogg come alternativa alla classica colazione a base di uova e bacon, troppo saporita e “peccaminosa”.

– Sempre in epoca vittoriana, il fisiologo francese Eugene Becklard pubblicò un libro in cui sconsigliava la masturbazione, perché riteneva causasse impotenza, e consigliava alle donne di rimanere immobili dopo il sesso per rimanere incinte. Al contrario, andando a cavallo o ballando, si prevenivano gravidanza indesiderate.

– Negli anni ’20 del Novecento, molte donne usavano delle lavande vaginali come metodo anticoncezionale. La più famosa era la Lysol, che in realtà era solo un sapone antisettico molto aggressivo, che causava gravi infiammazioni e in alcuni casi la morte. Ovviamente, non aveva nessuna efficacia contraccettiva.

Precedente Le tre anime di Serge Gainsbourg Successivo La storia di Leonarda Cianciulli: la "saponificatrice di Correggio"