Royal fashion etiquette: le 10 regole che Meghan Markle deve rispettare

meghan-s

Francesca Zaccagnini per https://www.vanityfair.it/ (5 giugno 2018)

Avete mai visto, in rete, quegli esperimenti fashion in cui una ragazza deve vestirsi per una settimana secondo i voleri del suo fidanzato? Ecco: immaginatevi di fare lo stesso, ma con vostra nonna. Che cosa ne verrebbe fuori? Probabilmente è così che si sente Meghan Markle, neo-membro della famiglia reale, che da quando è convolata a nozze con il principe Harry deve sottostare a una serie di regole della royal fashion etiquette a cui dovrà adeguare il suo stile degagé e molto newyorkese.

Per fortuna ha accanto una maestra d’eccezione, la cognata Kate, che è un’esperta di stile regale e che non fa (quasi) mai un passo falso. Ecco 10 regole fashioniste che Meghan dovrà imparare a rispettare per non fare arrabbiare la regina Elisabetta (e chi la vorrebbe mai far arrabbiare?!).

1. Indossare sempre le calze
Qualunque sia la temperatura esterna, un membro della famiglia reale non oserà mai uscire «bare legs», ovvero con le gambe nude. Il protocollo impone i collant anche d’estate: non importa che siano visibili, ma che ci siano. Kate è la portavoce delle calze velate e color carne, tanto odiate fino a qualche anno fa, e che grazie a lei sono tornate in auge.

2. Preferire la clutch a qualsiasi altra borsa
La pochette a mano infatti è strategica non tanto per lo stile, quanto per la sua utilità. Siete scettici? Beh, non si tratta di quello che ci si può custodire dentro, ma di come la si può utilizzare in varie situazioni. Lady Diana per esempio la usava come «scudo» per difendersi dai paparazzi, appoggiandola delicatamente al petto mentre scendeva dalla macchina, così da evitare che lo scollo fosse troppo in evidenza per via della posizione. Kate segue invece l’esempio della Regina e la usa per evitare momenti imbarazzanti: tenendola salda con entrambe le mani davanti a sé non è costretta a stringere troppe mani ed è sempre composta.

3. Se si esce senza borsa, sostituirla con un mazzo di fiori o un paio di guanti
Questo è più un suggerimento, collegato alla regoletta di prima: dato che Kate usa la borsa come strumento per impegnare le mani, quando esce bagless deve trovare un altro modo per tenerle occupate. Per questo non è raro vederla con un bouquet di fiori, oppure, in extremis, con un paio di guanti, che non indossa ma porta con sé.

4. Mai indossare le zeppe davanti alla Regina
Più che una regola di protocollo, un accorgimento per conquistare il favore di Sua Maestà. Sì, perché Elisabetta II odia le zeppe, e non sopporta di vederle ai piedi di chi la circonda. Per questo Kate, che invece ne è una grande fan, le evita accuratamente quando sa di incontrare la Regina, e ne fa invece largo uso nei momenti meno formali.

5. L’orlo della gonna deve essere al massimo due centimetri sopra il ginocchio.
Qui si tratta di una questione più che altro pratica: quando ci si siede o si esce dalla macchina, il movimento sposta verso l’alto l’orlo, accorciando la gonna. Per questo la lunghezza di partenza deve essere tale da evitare che si mostrino un po’ troppi centimetri di pelle.

6. Indossare sempre il cappello nelle occasioni ufficiali
Questa regola risale a un’usanza antica, che voleva che le donne coprissero sempre i capelli in pubblico. Fino agli anni Cinquanta infatti, spiega Diana Mather, massima esperta di etichetta regale, le donne che non indossavano il cappello in pubblico erano guardate male. Adesso le cose sono cambiate, ma alle donne della famiglia reale è comunque richiesto di indossare il cappello nelle occasioni ufficiali. Ma attenzione: non deve mai essere troppo grande, per non rischiare di oscurare il volto.

7. La sera, sostituire il cappello con una tiara
Questa è decisamente una regola che vorremmo dover seguire tutte! Dopo le 18, infatti, indossare il cappello è considerato inopportuno, quindi se l’occasione è ufficiale le donne dovranno scegliere una tiara dalla collezione di famiglia. Ma attenzione: questo accessorio è riservato solo alle donne sposate! Meghan quindi potrà farne uso, appena tornerà dalla luna di miele con Harry, e probabilmente non vede l’ora.

8. Viaggiare con un outfit nero nella valigia, in caso di lutto improvviso
Nel 1952, l’allora principessa Elisabetta era in Kenia quando il padre mancò improvvisamente. Atterrata in tutta fretta in aeroporto, fu costretta ad aspettare dentro l’aereo per ore perché le portassero un cambio adeguato, dato che indossare uno dei vestiti colorati che aveva in valigia sarebbe stato molto sconveniente. Da allora vige la regola che chi viaggia deve avere con sé un cambio d’abito nero, per ogni eventuale e sfortunata evenienza.

9. Non togliere mai il cappotto in pubblico
Vediamo spesso Kate indossare cappotti completamente abbottonati e non toglierli mai, nemmeno un a volta all’interno. Questo perché è considerato di cattivo gusto per una donna spogliarsi in pubblico: il gesto stesso del togliere il cappotto quindi sarebbe guardato come sconveniente.

10. Preferire colori brillanti, ma non mischiarli mai
La regina Elisabetta è The Queen anche nell’uso di una palette sgargiante, ma non crediate che lo faccia solo per eccentricità. I colori infatti le permettono di essere sempre ben visibile, e in caso di disordine o di un attentato, sarebbe facile, per le sue guardie, identificare la sua posizione. Kate segue il suo esempio e molto spesso ama nuance vivide, che le permettono anche di spezzare la monotonia di un guardaroba a volte troppo rigido oppure di rendere omaggio a un determinato paese, quando è in visita, scegliendo quelle della sua bandiera. L’unica regola è non mischiare mai i colori: entrambe infatti sono sempre in total look.

 

Precedente Meghan Markle: ecco perché la duchessa di Sussex indossa scarpe più grandi del suo numero Successivo Questo è il motivo per cui Kate Middleton non può togliersi il cappotto in pubblico